Prof 2.0

di

Alessandro D’Avenia, per molti Prof 2.0 , classe ’77 è ormai il più popolare docente di lettere degli ultimi anni. Dopo un’infanzia e un’adolescenza più o meno comuni: un ragazzo che non aveva… Continua a leggere

Quasi Signorina, una biografia a fumetti

di

Nel cuore di una Napoli fitta e vivissima si apre Quasi Signorina, graphic novel di Cristina Portolano pubblicata da Topi Pittori nella collana Gli anni in tasca. Questa storia inizia con un’immagine indelebile… Continua a leggere

Non avrete il mio odio: il libro che non dovrebbe esistere

di

Era un giovane marito. Adesso è vedovo e il suo bambino è orfano. Fra il prima e l’adesso, l’assurda notte del 13 novembre 2015 a Parigi: la notte degli attentati. Quella sera quasi… Continua a leggere

Balzac e la Piccola Sarta cinese: il proibito alla luce dei fiammiferi

di

In un pomeriggio d’autunno, nella cucina di casa vostra c’è un uomo venuto da lontano, col sorriso di un bambino saggio. Quell’uomo vi sta raccontando la sua storia.

Gomorra – La serie, fino a che punto è lecito indignarsi

di

C’è una scena, in uno dei primi episodi de I Soprano, in cui alcuni personaggi discutono sulla fama degli italoamericani nel mondo. Sono gli italoamericani mafiosi a infangare l’immagine di tutti gli altri,… Continua a leggere

L’Intervista: Wulf Dorn

di

Wulf Dorn, il maestro del thriller psicologico, è tornato. Con Incubo, il suo ultimo lavoro edito da Corbaccio, l’autore tedesco riprende il viaggio alla scoperta dei mille volti della paura, trascinando il lettore giù, in quel complesso… Continua a leggere

I Pokemon, una luce nuova sulla realtà aumentata

di

Il mondo, a chi non ha mai guardato cartoni animati negli anni novanta, sarà sembrato in preda a una psicosi collettiva. Orde di persone, adolescenti e adulte, si son ritrovate ammassate in parchi… Continua a leggere

Editoria e critica letteraria

di

Il ruolo degli intellettuali all’interno delle case editrici nel tempo è radicalmente cambiato. Dagli anni Settanta, in pieno postmodernismo, a causa della continua ricerca di audience, il critico letterario ha assistito a un… Continua a leggere

8½ e l’identità frammentata dell’uomo contemporaneo

di

8½ è un film di Federico Fellini del 1963, vincitore del premio Oscar come miglior film straniero e divenuto negli anni a venire fonte d’ispirazione per generazioni di cineasti. 

Autobiografia, libertinismo e censura nel cinema felliniano

di

Se nella “trilogia della redenzione” appare evidente il debito profondo che Federico Fellini ha nei confronti del neorealismo, in un secondo momento (1958-1963) il regista sembra lasciarselo alle spalle.

Quando il cinema racconta il cinema

di

Dalton Trumbo fu uno degli sceneggiatori più pagati, rinomati e importanti del mondo hollywoodiano degli anni ’40 grazie ad alcuni film fortunati e celebri come Kitty Foyle, ragazza innamorata (1940) di Sam Wood,… Continua a leggere

Davide Bacchilega, il lato oscuro della Romagna

di

“Quando si pensa alla Romagna viene in mente gente simpatica che balla il liscio, ragazze ben disposte con la esse appesantita e vitelloni abbronzati sulla spiaggia riminese. Ma ci sono anche inverni che… Continua a leggere